lunedì 18 giugno 2012

Libro sulla battaglia di Caporetto, 24 ottobre 1917 - di Camillo Pavan


Libro su Caporetto -
Camillo Pavan: Caporetto, storia, testimonianze, itinerari


Dall'indice generale
 PARTE PRIMA

Dai Romani a Napoleone, popoli ed eserciti alla porta di Nordest
Uno sguardo dal satellite (Pag. 14)
«Tout l'art de la guerre est là: surprendre» (Napoleone)
Il “ponte di Napoleone” a Caporetto
Dal 24 Maggio a Caporetto
La primavera ci sorride bellissima… (Pag. 23)
«Credi che la guerra possa durare oltre l'inverno?»
A Lubiana!
Le grandi offensive dell'Isonzo
I condottieri
Ventinove mesi di guerra sull'Isonzo -Cronache e immagini
Il primo giorno di guerra
Gorizia 1915-1916
9 agosto 1916: primo giorno di Gorizia italiana
“La sagra di Santa Gorizia”
“O Gorizia tu sei maledetta” (canzone popolare)
Nei campi della morte di massa
L'inferno del Carso … e quello di Verdun
24 agosto 1917: Bainsizza, l'ultima battaglia prima di Caporetto
Castagnevizza, prima e dopo la battaglia
Il teatro delle 11 battaglie dell'Isonzo (cartina)
Le 11 battaglie dell'Isonzo: consuntivo
Caporetto, perc (Pag. 67)
1917: alle origini della disfatta italiana
La crisi della Russia
Stanchezza per la guerra, al fronte e nel paese
La Nota di papa Benedetto XV Ai capi dei popoli belligeranti
Le cause della disfatta: “sciopero” dei soldati o errore dei comandi?
La preparazione austro-tedesca dell'offensiva -Cronologia (Pag. 77)
L'attesa italiana dell'offensiva - Cronologia(Pag. 85)
La sede del comando supremo italiano a Udine
Alto Isonzo: le linee  difensive italiane alla vigilia della battaglia (Pag. 95)
Gli schieramenti - 24.X.1917, ore 2
Forze contrapposte dal Rombon alla testa di ponte di Tolmino
La battaglia (24-26 ottobre 1917) - Cronologia(Pag. 104)
Mercoledì 24 ottobre 1917
La caduta di Caporetto
Altri settori del fronte
Udine: il primo giorno della battaglia al Comando supremo italiano
Stretta di Zaga … e retro del Kolovrat
L'attacco tedesco a S. Daniele-Piana di Volzana
La situazione alla mezzanotte del 24 ottobre
Giovedì 25 ottobre 1917
Venerdì 26 ottobre 1917
Caporetto, ma non solo (Pag. 130)
La resistenza italiana a Stupizza, il 25 ottobre
La resistenza italiana alla Sella di Canebola, il 26 e 27 ottobre
Gabrje e Dolje, in prima linea su fronti contrapposti
Documenti
Le informazioni dei due disertori rumeni
In vista dell'offensiva: istruzioni del IV C.A. per la difesa
Il gas
da Yprès a Plezzo
Una vampata di benzina bollente… (testimonianza di Ivo Ivancic)
Gas asfissianti e maschere di protezione  

Alle origini del panico (Pag. 163)
Da Kamno a Caporetto e Cividale
La battaglia sui giornali (Pag. 169)
Due giornali nemici a confronto: Corriere della Sera e Slovenec (25 - 26 - 27 - 28 - 29 ottobre 1917)
Soči (All'Isonzo), di Simon Gregorčič (Pag. 225)
Simon Gregorcic, il poeta di Caporetto, diGiovanna Ferianis  

PARTE SECONDA
Novecento, un secolo di profughi (Pag. 231)
L'azione internazionale a favore dei rifugiati: dalla Società delle Nazioni all'Organizzazione delle Nazioni Unite, di Giovanni Ferrari
La popolazione civile nella zona di guerra
di Petra Svoljšak  (Pag. 237)
Una “guerra totale”
La partenza, la separazione, lo sradicamento e la militarizzazione
I provvedimentoi delle autorità italiane nei territori occupati
La decimazione di Idrsko (4 giugno 1915)
I profughi sloveni in Italia
I profughi nell'Austria-Ungheria
Comune di S. Severino Marche, Gestione dei profughi 1915-17, Documento
Profughi nelle “città di legno”
di Drago Sedmak (Pag. 267)
Popolazioni in fuga
I campi profughi austriaci di Gmünd, Bruck an der Leitha, Steinklamm e Brixlegg
I campi per internati di Katzenau presso Linz e Tapiosuly in Ungheria
Wagna

PARTE TERZA

Tempo di guerra: la vita nei villaggi dell'Alto Isonzo e in esilio nel ricordo dei testimoni (Pag. 297)
Amalija Kanalec, 1907, Tolmino; Ivan Leban, 1906, Tolmino; Marija Leban, 1910, Gabrje; Ivan Janina, 1906, Volarje; Janez Fon, 1904, Ladra; Mirko Rakuscek, 1909, Dreznica; Alojz Melihen, 1908, Srpenica; Darinka Pirc, 1910, Bovec/Plezzo; Franc Ursic, 1908, Idrsko; Yulka Masera, 1910, Livek/Luico; Vlado Matelic, 1914, Livske Ravne; Mihael Ursic, 1910, Borjana; Marija Likar, 1912, Kobarid/Caporetto; Slavko Masera, 1906, Kobarid/Caporetto
A Caporetto durante la guerra (Pag. 377)
Dal diario del caporalmaggiore Benito Mussolini
I ponti sull'Isonzo
Il trenino Cividale-Caporetto
Caporetto e gli sloveni visti dagli occupanti
Gli abitanti del distretto di Caporetto, prima e dopo la guerra.
La persistenza della memoria  (Pag. 395)
Il museo di Caporetto: la grande realizzazione di un piccolo paese
I ricordi dei recuperanti e le collezioni museali private di Ivan Ivancic (Plezzo) eMirko Kurincic (Dreznica)
L'ossario italiano di Caporetto
L'ossario tedesco di Tolmino
I piccoli cimiteri di guerra austro-ungarici
Un patrimonio da salvare (Pag. 413)
Il restauro della cappella Bes, sulla Planica (sotto il Monte Nero)
Il recupero della cappella di Gabrje
La sistemazione del Kozlov Rob/Monte Castello, a Tolmino
La sistemazione del Ravelnik, a Plezzo
Per una visita ai campi di battaglia, di Željko Cimprič (Pag. 419)
Premessa
Escursioni nella zona di Tolmino
Escursioni nella zona di Caporetto
Escursioni nella zona di Plezzo
Piccola antologia di letteratura caporettiana(pag. 459)
Bibliografia  (pag 462)
Indice dei nomi e dei luoghi,
a cura di Libero Pavan  (Pag. 465)
Referenze iconografiche   (Pag. 471)





Nessun commento:

Posta un commento